SELECTED ARTISTS 2019

ENG
ritrattoDINA.jpg

Dina Mimi

is it true that only ants walk in a circle?

Dina Mimi è un'artista visiva, che vive e lavora a Gerusalemme. La sua pratica è multiforme e si avvale di video, audio, performance e testi. Dina si interessa al tema della morte e dei resti umani nella sfera pubblica, come la normalizzazione della morte nei luoghi pubblici, le personalità suicide; martirio e protesta come performance. Relazione di invisibilità e visibilità dell'archeologia verso oggetti e musei e morte.

 
ritrattoCEYLAN.jpg

Ceylan Öztrük

oriental demo

Ceylan Öztrük si apre a diffuse forme di conoscenza e si focalizza su come si possa modificare un flusso specifico e su come le conoscenze diventino strumenti per le strutture di potere. Il suo scopo è interrompere il flusso di informazioni con un approccio multi-disciplinare. Utilizza una metodologia fatta di interventi e di aspetti site-specific attraverso i quali cerca di trasformare situazioni e contesti già esistenti. Nel 2016 ha concluso il suo dottorato di pratica all’Università delle Belle Arti Mimar Sinan (Istanbul) sulla materia che aveva cominciato nel 2014 a Vienna all’Accademia delle Belle Arti sulla Pratica Artistica Post Concettuali. Ha ottenuto la laurea (MFA-2011) e la laurea triennale (BFA-2006) alla Facoltà delle Belle Arti presso l’Anadolu University. Alcuni dei suoi spettacoli recenti: Oriental Demo, Les Urbaines, Arsenic, Lausanne (2018), LBH Saga, Löwenbrau Lebt, Kunsthalle Zürich, curato da M.Akanji, D.Baumann, L.Koper e O.Roth (2018); Venus Orient (Sharing), Tanzhaus, Zürich (2018); Eine Ausstellung Für Dich, curato da Daniel Morgenthaler, Helmhaus, Zürich (2017); Call me Venus, Mars, Istanbul (2016).

 
ritrattoMAG-ASTRIT.jpg

Astrit Ismaili & Magdalena Mitterhofer

pink muscle

Astrit Ismaili (classe 1991, Pristina, KV) è una performer delle arti visive. Vive ad Amsterdam, dove ha ottenuto una laurea specialistica in Arte Teatrale a DasArts. Il suo lavoro è stato esposto all’Istituto d’Arte Contemporanea KW (Berlino), al Stedelijk Museum (Amsterdam) e all’ISCP (NYC).
Magdalena Mitterhofer (nata nel 1994, San Candido, IT) è un’artista poliedrica e performer. Vive a Berlino. Ha ottenuto una laurea specialistica da Hito Steyerl presso l’Università delle Arti di Berlino. I suoi lavori sono stati esposti a Villa Grisebach (Berlino), alla FuturaGallery (Praga) e al TransArt Triennale (Berlino).

 
ritrattoNDAYE.jpg

Ndayé Kouagou

I don’t want any of this to be part of any of that

Ndayé Kouagou, nato nel 1992 (Francia), è artista, scrittore e sound producer; vive e lavora nella periferia di Parigi. Così descrive il suo modo di scrivere e recitare: "abbastanza interessante ma non molto interessante, o forse per nulla interessante".

 
 
 
ritrattiCATERINA.jpg

Katerina Andreou

zeppelin bend

Katerina, nata in Grecia e di base in Francia, crea danze e musica.
Si è laureata alla Scuola statale greca di danza e alla facoltà di giurisprudenza, entrambe ad Atene. Ha completato il master ESSAIS e collabora con DD Dorvillier e Anne Lise Le Gac. Ha ricevuto il premio Jardin d'Europe, ImpulsTanz Festival 2016 per A kind of fierce ed è un artista Panorama della rete Departures and Arrivals
Ioanna è una performer nata e di base in Grecia. Si è laureata alla Scuola statale greca di danza e alla facoltà di giurisprudenza, entrambe ad Atene. Ha ricevuto il premio SSNF Artist Fellowship Award per il 2020.

 
ritrattoREHEMA.jpg

Rehema Chachage

scents of identity

La pratica di Rehema Chachage può essere vista come un archivio performativo che raccoglie storie, rituali e altre tradizioni orali attraverso vari media: performance, fotografie, video, testi e installazioni fisiche che raccontano storie strettamente connesse alle donne della cultura swahili. Vengono utilizzati testi scritti, storie orali e sonore, melodie e cimeli di diversi rituali che vengono rivisitati e performati come fonti di percorsi di ricerca. Scents of identity è una performance multisensoriale che esplora la storia, l'appartenenza e tutto ciò che trascende l'eredità fisica. Usando elementi tradizionali e pratiche simboliche tanzaniani, questa performance diventa un rituale intimo e introspettivo che si sofferma su come il passato, il presente e il futuro siano inevitabilmente interconnessi e impressi dentro di noi.

 
ritrattoNANA-PARVIN.jpg

Nana Biluš Abaffy & Parvin Saljoughi

green nasim

Nana Biluš Abaffy è un’artista con formazione in filosofia ed esperienze nella performance sperimentale e nella danza. Il pensiero di Nana si basa sulla convinzione di un’irriducibile fluttuazione dell’esperienza umana. Il suo lavoro vuole definire uno spazio per colmare tale differenza. Nata a Zagabria, ora è un’aliena a Melbourne. Parvin Saljoughi è un’artista indipendente di Teheran, professionista attiva nell’arte dello spettacolo come la danza, la coreografia e il teatro fisico. Ha studiato arti grafiche e visive.

 
ritrattoKAT.jpg

Kat Válastur

arcana swarm

Kat Válastur (nata ad Atene) è una coreografa di base a Berlino. Le sue opere sono definite dalla creazione di un linguaggio coreutico distintivo che si occupa delle influenze e degli effetti derivanti dalle tensioni energetiche delle attuali condizioni tecnologiche, ambientali e politiche, e di come il corpo traduce queste influenze in danza. Le sue opere sono presentate a livello internazionale e sono supportate da HAU Hebbel am Ufer.

 
ritrattoCHARLIE-CRISTINA.jpg

Cristina Kristal Rizzo & Charlie Laban Trier

hypernating

CKR è attiva come coreografa ed è fondatrice dello storico collettivo Kinkaleri. Parallelamente alle produzioni coreutiche ha generato un'intensa attività di conferenze e laboratori e prodotto diversi scritti teorici.
CLT è un coreografo e performer che lavora con e per molti artisti. Lavora principalmente ad Amsterdam. Ha conseguito la laurea presso la SNDO (School for New Dance Development) nel 2018. La sua esperienza riguarda soprattutto le danze legate alla musica house.